stop

Siamo arrivati a Santo Stefano. È il momento del bilancio.
Non è stato un natale semplice. Non mi sono accorta che stesse arrivando,non ho speso un mese per cercare i regali,non mi sono preparata.È arrivato e basta,senza troppo preavviso né tanti convenevoli.

Come ogni anno si è discusso, riso,sparlato e giocato. Mi rendo conto che i miei genitori invecchiano e che ogni anno siamo sempre più io e mia sorella a preparare e tenere l’ordine. Mi rendo conto che mia nonna riesce a malapena a leggere i numeri della tombola e che, fondamentalmente, non ne ha più moltissima voglia. È stato un Natale un po’ sottotono. A partire dall’albero che ho fatto di notte senza mia sorella.

Forse è così che succede quando si cresce.

Ma mi piace sempre. Perché comunque ora vado a scegliere le cartelle e sbucciare i mandarini, pronta a sentire un numero dopo l’altro scorrere noncurante come il corso degli anni.

E un po’ mi viene da sorridere.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s